+39 0373 81759info@sidusweb.it

Trova una risposta alle domande che ci vengono poste più spesso!

Se dovessi avere ulteriori dubbi scrivici e richiedi informazioni. Verrai subito ricontattato dal team di Sidusweb.it.

Cos’è il prestito personale?

È un finanziamento che si basa molto sul profilo del soggetto da finanziar,e ossia le sue caratteristiche personali, quali: età, professione, stato lavorativo, reddito disponibile, situazione finanziaria, storia creditizia, patrimonio disponibile, nucleo familiare.

Chi può accedere al Prestito Personale?

Tutti coloro che in base alle loro caratteristiche personali: età, professione, stato lavorativo, reddito disponibile, situazione finanziaria, storia creditizia, patrimonio disponibile, nucleo familiare, dimostrano di possedere un indice di affidabilità sufficiente i cui elementi essenziali sono: reddito adeguato a rimborsare il prestito ed una situazione finanziaria ottimale per impegni in corso, regolarità dei pagamenti e nessun disguido finanziario.

Quali documenti occorrono per richiedere un Prestito Personale?

  • Documento d’identità
  • Codice fiscale
  • Dichiarazione dei redditi (Mod. UNICO) se lavoratore autonomo
  • Ultime due buste paga (se dipendente)
  • Modello CUD/obis (se pensionato)
  • Utenza

Come si rimborsa un prestito personale?

Normalmente il rimborso avviene con addebito diretto sul conto corrente del richiedente mediante rid bamcario. In alternativa anche con bollettini postali, me è una forma sempre meno gradita alle Banche.

Cos'è una Cessione del Quinto?

È un prestito non finalizzato riservato ai pensionati e lavoratori dipendenti sia pubblici che privati. Il finanziamento è a tasso fisso e pertanto la rata resta costante per tutta la durata del finanziamento che può arrivare fino ad un massimo di 120 mesi. La cessione del quinto è regolata da una legge speciale ovvero un Testo Unico DPR nr. 180 del 5/01/1950 e del regolamento di attuazione DPR nr. 895 del 28/07/1950.

Chi può accedere alla Cessione del Quinto?

Tutti i pensionati e dipendenti, sia pubblici che privati, assunti con contratto a tempo indeterminato.
Possono accedere a questo prestito anche coloro che hanno o hanno avuto disguidi finanziari pignoramenti o protestati o pignorati.

Cos'è un prestito delega o delegazione di pagamento?

È un prestito non finalizzato riservato a tutti i dipendenti. Ha caratteristiche molto simili al prestito con cessione del quinto in quanto è regolato dalla stessa legge e può essere affiancata alla cessione del quinto.

Chi può ottenere un Prestito con Delega?

Tutti i lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato. A differenza della cessione del quinto che è un diritto irrinunciabile del lavoratore o del pensionato la possibilità di perfezionare il prestito con delega dipende dall’autorizzazione del datore di lavoro. Prima di avviare l’istruttoria del prestito delega quindi è bene verificare prima la disponibilità del datore di lavoro.

Qual è la differenza tra una cessione del quinto ed un Prestito Delega?

Sono due forme di finanziamento molto simili tra loro e regolate dalla stessa Legge Speciale. La cessione del quinto è un diritto del lavoratore o del pensionato. Il prestito con delega di pagamento è invece riservato solo a lavoratori dipendenti ed il suo perfezionamento dipende dall’assenso del datore di lavoro. I due prestiti posso coesistere sulla busta paga di uno stesso dipendente.

Come avviene il rimborso del finanziamento di una cessione del quinto o Delega di pagamento?

Il rimborso del prestito avviene mediante la trattenuta diretta della rata sulla pensione o sullo stipendio che
L’Ente Pensionistico / Datore di lavoro versa direttamente alla Banca Istituto Finanziatore.

Che cos’ è il Certificato di stipendio?

È un documento emesso dal proprio datore di lavoro che riepiloga in maniera dettagliata lo stato lavorativo di un dipendente in tutti i suoi aspetti: personali, amministrativi ed economici, come: il regolare procedere del rapporto di lavoro (assenza di aspettative, provvedimenti disciplinari, assenze ingiustificate, ecc.), la data di assunzione, l’ammontare del lo stipendio lordo e netto mensile, l’ammontare del T.F.R. maturato e presente in azienda o versato presso Fondi di Previdenza Complementare, l’esistenza di eventuali trattenute che gravano sullo stipendio come prestiti, pignoramenti o altre trattenute volontarie.
Il certificato di stipendio è un documento molto importante per avviare un prestito con cessione del quinto o delega di pagamento.

Cos'è il benestare?

È il documento che rilascia l’Azienda Pubblica o Privata alla società Finanziaria per confermare l’impegno
ad effettuare i pagamenti alla società finanziaria che ha erogato il prestito al proprio dipendete, entro le scadenze stabilite.

In cosa consiste l’operazione di Consolidamento Debiti?

Il consolidamento debiti non è in senso stretto un prodotto o un servizio finanziario, ma un’operazione finanziaria attuata con l’ottenimento di un nuovo prestito o un nuovo mutuo con una durata più lunga di quella dei prestiti in corso, il cui ricavato è utilizzato per estinguere tutti o buona parte dei prestiti in corso.
A questo punto tutte le rate che si pagavano prima vengono sostituite da una nuova rata.

Quanto tempo occorre per ottenere l’erogazione di un prestito?

I tempi di erogazione variano da pochi giorni per il prestito personale, 15 / 20 giorni per la cessione del quinto. I tempi decorrono dal momento in cui tutta la documentazione necessaria viene a messa a nostra disposizione e, ovviamente, dal livello di complessità che emerge dal caso specifico.

La rata e il tasso di interesse saranno costanti per tutta la durata del finanziamento?

Ci sono tipologie di finanziamento in cui il tasso è sempre fisso come nel prestito personale, la cessione del quinto ed il prestito delega. Nel leasing invece le tipologie di tasso applicabili sono diverse: tasso fisso o tasso variabile ed è il cliente a sceglierla in base alle proprie esigenze e specifiche.

Ma sono obbligato ad assicurarmi quando stipulo un contrato di prestito?

Occorre distinguere se si stipula un finanziamento con cessione del quinto / delega di pagamento oppure altri contratti come prestiti personali, mutui ecc.. Nel primo caso è la Legge Speciale DPR 180 del 1950, che impone la copertura assicurativa del prestito a copertura di tutti i rischi.
In altri casi la copertura assicurativa è a scelta del cliente.

Cos'è il TFR?

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) è la somma, accumulata durante gli anni dal dipendente e che viene ad esso erogata al termine del rapporto di lavoro subordinato. Corrisponde approssimativamente ad una mensilità per ogni anno di attività lavorativa svolta presso lo stesso datore di lavoro.

Chi ha avuto protesti può ancora ottenere finanziamenti?

Sì, anche i protestati posso ancora essere finanziati con la cessione del quinto o con il prestito delega. In questo caso la garanzie che offre uno stipendio fisso o una pensione definitiva consente di superare i problemi e i disguidi finanziari avuti in passato.

Chi ha già in corso finanziamenti può ancora chiedere un prestito?

Sì; avere già prestiti in corso non impedisce di contrarne di nuovi. Ovviamente la valutazione del nuovo prestito verrà effettuata alla luce dell’intera situazione finanziaria personale in corso. Solo il prestito con cessione del quinto o delega di pagamento consente di ottenere nuova liquidità senza considerare i prestiti già in corso.

Quanto mi costa la richiesta del prestito e l’attività di valutazione?

Nulla. Tutta l’attività di preventivazione e di istruttoria sono servizi assolutamente gratuiti.

Cos'e la Normativa sulla Trasparenza?

La normativa sulla Trasparenza, tutela il diritto del cliente ad essere chiaramente e dettagliatamente informato sulle condizioni che le Banche / Istituti Finanziatori applicano alla clientela. Il tutto è disciplinato dal Titolo VI del D.Lgs. 385/1993 definito anche Testo Unico delle Leggi Bancarie (T.U.L.B.). La Legge prevede per esempio che tale Avviso deve tassativamente essere esposto al pubblico all’interno degli uffici in cui si svolge attività di intermediazione finanziaria.

Cos'è la Normativa sulla Privacy?

È la legge che regalmente quali regole sono da seguire quando una persona comunica i suoi dati ad un soggetto con il quale intrattiene rapporti di varia natura e quali sono i suoi diritti. Si tratta del Decreto Legislativo del 30 giugno 2003 n.196 il testo integrale è nella sezione normativa.

Cosa è un'operazione di leasing?

Il leasing è un contratto di locazione finanziaria avente per oggetto beni mobili/immobili, stipulato a scopo di finanziamento tra la società finanziatrice, che ne è proprietaria, e un cliente che ne ottiene la disponibilità per un periodo prestabilito, con la facoltà di acquistare lo stesso bene allo scadere della locazione.
Il contratto di leasing prevede 3 attori:

  • Il locatore (Società finanziatrice)
  • Il conduttore (utilizzatore che sceglie il bene)
  • Il fornitore

Che durata può avere un contratto di leasing?

La durata varia in relazione alla tipologia del bene finanziato e al relativo trattamento fiscale.

Chi è proprietario del bene concesso in leasing?

Per tutta la durata della locazione la proprietà del bene è della società finanziatrice. Al termine della locazione il bene può essere riscattato dal conduttore.